Osteopatia a Portata di Mano: Rispondo alle vostre domande

Qui potrai trovare tutte le risposte ai tuoi dubbi in merito alla medicina osteopatica, non esitare a scrivermi se hai altre domande o dubbi che qui non hanno trovato una buona risposta.

Troverai risposte a:

  • Cosa fa un Osteopata?
  • Cosa succede prima della visita
  • Cosa succede dopo la visita
  • Cosa devi sapere sull’Osteopatia per i Bambini
  • I benefici e la sicurezza del trattamento osteopatico

Cosa fa un Osteopata?

Un vero osteopata lavora utilizzando esclusivamente le proprie mani attraverso le quali svolge spesso simultaneamente la parte valutativa e il trattamento.

L’abilità dell’osteopata è legata alla sua esperienza e sua sensibilità che affina costantemente nel dialogo con il corpo e integrando con un attento ascolto le informazioni che riferisce la persona.

Cosa faccio io: permetto sempre di avere anche un breve appuntamento telefonico con il paziente, spesso in molte persone non hanno chiaro se il loro disturbo è di pertinenza del’ osteopata e io credo che sia corretto aiutare a capirlo.

Qui puoi leggere per approfondire cosa cura l’osteopatia.

Che tipo di disturbi tratta l’osteopatia?

L’osteopatia si occupa di tutti quei disturbi che riguardano sia il sistema muscolo scheletrico come ad esempio mal di schiena cervicalgia dolore alle ginocchia o alle spalle.

Rientrano in questa categoria tutte le problematiche definite posturali così come il mal di testa e le cefalee muscolo tensive.

Numerosi sono poi i benefici che riguardano i disturbi come l’ambito viscerale a cui fanno riferimento ad esempio problematiche gastrointestinali.

Non ultimo il trattamento osteopatico coadiuva perfettamente tutte le persone affette da problematiche infiammatorie e quelle stress correlate grazie all’efficacia del trattamento che modula e bilancia il sistema nervoso autonomo.

Qui trovi cosa tratto in modo approfondito.

Qual è la differenza tra osteopatia e fisioterapia?

L’osteopatia e la fisioterapia sono due approcci distinti ma complementari nel trattamento dei disturbi fisici. L’osteopata si concentra sul ristabilire l’equilibrio funzionale dell’intero corpo, identificando e trattando le aree che non operano correttamente.

Questo approccio olistico mira a promuovere l’autoguarigione del corpo.

Il fisioterapista si dedica principalmente alla riabilitazione, focalizzandosi sulla zona specifica del problema.

Questo include esercizi e tecniche per ripristinare funzionalità e mobilità.

L’integrazione di osteopatia e fisioterapia può portare a una risoluzione più efficace e rapida dei problemi fisici, sfruttando i punti di forza di entrambe le discipline.

Se vuoi approfondire ne parlo bene qui: differenza tra osteopatia e fisioterapia.

Cosa devo sapere prima della visita?

C’è bisogno di un riferimento medico per visitare un osteopata?

In Italia, per visitare un osteopata non è necessario un riferimento medico.

L’osteopatia è riconosciuta come professione sanitaria attraverso il decreto legislativo, tuttavia non tutti i decreti attuativi sono stati ancora definiti.

È importante notare che la diagnosi di patologie è di competenza esclusiva dei medici.

Pertanto, in caso di sospetto di una patologia specifica, è consigliabile rivolgersi prima a un medico specialista.

Dopodiché, l’osteopata può fornire trattamenti complementari nel contesto di un piano di cura globale.

Cosa faccio io: invito sempre a condividere con il proprio medico di base la scelta di affidarsi ad un osteopata.

Come devo prepararmi per la mia prima visita dall’osteopata?

Per prepararti alla tua prima visita dall’osteopata, ecco alcuni semplici consigli che potrebbero esserti utili:

  • vestiti comodamente: Indossa abiti comodi e flessibili, che permettano all’osteopata di valutare il tuo movimento e di eseguire trattamenti senza restrizioni
  • documentazione: porta con te eventuali referti medici rilevanti, come radiografie o esami, e preparati a discutere la tua storia medica, compresi eventuali traumi, interventi chirurgici, e condizioni di salute correnti. Una peculiarità dell’osteopata è valutare eventuali traumi passati e relative cicatrici
  • obiettivi e sintomi: rifletti sulle aspettative o i pregiudizi che hai nel confronto del trattamento osteopatico e su qualsiasi sintomo o dolore che stai sperimentando ed esponilo all’osteopata Essere chiari su questi aspetti aiuterà l’osteopata a comprendere meglio le tue esigenze e facilitarti nella comprensione del percorso
  • domande: prepara eventuali domande che potresti avere sull’osteopatia o sul trattamento previsto

Cosa faccio io: raramente chiedo al paziente di spogliarsi, spesso non è necessario, se la richiesta della visita è una valutazione posturale invito sempre ad indossare un intimo con il quale il paziente possa sentirsi a suo agio.

Dopo la parte valutativa per il trattamento faccio sempre rivestire il paziente.

Cosa succede durante la visita?

Cosa posso aspettarmi durante una seduta tipica?

Durante la prima visita, l’osteopata effettuerà un’anamnesi dettagliata e un esame fisico.

Successivamente il trattamento vero e proprio.

Alcuni osteopati durante la prima visita fanno solo la valutazione.

Le sedute successive includeranno sempre una parte valutativa prima di procedere trattamenti manuali personalizzati, che possono includere diverse tecniche differenti, alcune volte sulla struttura articolare altri su quella muscolare.

Cosa faccio io: la mia prima visita dedico molta attenzione all’ascolto ma se c’è tempo dopo la valutazione faccio sempre una parte di trattamento per contribuire da subito a risolvere il problema.

L’osteopatia è dolorosa?

Generalmente, l’osteopatia non è dolorosa.

Tuttavia, alcune tecniche possono causare un leggero disagio, specialmente se si sta trattando un’area già dolorante.

L’osteopata lavorerà sempre entro i tuoi limiti di comfort.

Ne ho scritto qui in questo articolo dove parlo di osteopatia e falsi miti e parlato in questo video!

Cosa faccio io: il mio trattamento è molto delicato, mai doloroso, ricorro rarissimamente a manipolazioni veloci, in particolar modo al collo.

Se lo ritengo necessario ne parlo sempre prima con il paziente spiegando che comunque ci sono spesso molte tecniche alternative.

Cosa succede dopo la visita?

Quali sono gli effetti collaterali comuni dopo un trattamento osteopatico?

La terapia manuale osteopatica è considerata una delle forme più sicure e non invasive di gestione medica alternativa/complementare a quella ortodossa.

I pazienti raramente presentano effetti collaterali dannosi, tuttavia, nessun sistema di terapia medica è privo di rischi.

La maggior parte delle pubblicazioni inerenti gli effetti collaterali della terapia manuale sono ascrivibili al trattamento chiropratico sulla colonna cervicale.

Qui un articolo molto esaustivo in merito.

Cosa faccio io: presto molto attenzioni alle paure o ai dubbi del paziente e offro sempre la tecnica più sicura spiegando al meglio come si svolge.

Quando dovrei aspettarmi di vedere miglioramenti?

Spesso sono percepibili già durante la prima seduta il più delle volte entro 3-5 trattamenti si risolve il problema.

Alcuni trattamenti svolti da mani esperte generano benefici che iniziano durante la seduta e continuano per le successive 72 ore.

Cosa faccio io: invito sempre il paziente a scrivermi nei giorni successivi per farmi sapere come va… il più delle volte un cambiamento anche con un lieve peggioramento è segno di efficacia del trattamento.

Se non ci sono state variazioni riconosco che l’efficacia del trattamento passato è migliorabile.

Nella mia esperienza il 90% dei pazienti ha benefici entro i primi 2 trattamenti.

L’osteopatia è sicura per bambini e donne incinte?

Non solo l’osteopatia è sicura ma è elettiva per sostenere mamma e bambino portando con sé numerosi vantaggi per entrambi. ne parlo approfonditamente qui: Osteopatia per la Mamma e il Neonato.

Cosa faccio io: sono un osteopata pediatrico e da diversi anni mi occupo di valutare e trattare mamma e bambini.

Questi Ultimi beneficiano davvero moltissimo delle cure osteopatiche.

Perché portare un bambino dall’osteopata il prima possibile?

Portare un neonato dall’osteopata nel primo mese di vita è benefico non solo per affrontare problemi specifici, ma soprattutto per prevenirli.

Questo perché il parto può essere un evento traumatico per il bambino.

La visita osteopatica iniziale permette di valutare lo sviluppo del neonato, la simmetria del cranio e la correttezza dei movimenti.

È fondamentale per identificare e risolvere precocemente eventuali problemi di suzione legati al parto, che possono influenzare l’allattamento. Un approccio integrato con l’ostetrica supporta efficacemente sia il neonato che la madre in questa fase cruciale.

Che problemi tratta l’osteopata ai bambini?

A partire dal neonato sappiamo quanto sia importante intercettare tempestivamente ogni difficoltà di percorso verso il corretto sviluppo del bambino.

E’ importante considerare il fatto che quando parliamo di un bambino, diciamo da zero a 8 anni almeno, stiamo parlando di un sistema in costante e rapidissima evoluzione.

Ancora più determinanti sono i primi 1000 giorni di vita data la grande plasticità cerebrale.

Che aiuto può dare l’osteopatia ai neonati?

Prevalentemente l’osteopatia è efficace per correggere plagiocefalia, ovvero quando la testa o la faccia del bimbo appare storta, è nota l’efficacia anche con i torcicolli miogeni, coliche gassose, stipsi e reflusso gastroesofageo così come un buon contributo lo si da rispetto allo stato di agitazione del neonato che talvolta presenta e con le relative difficoltà del sonno notturno.

C’è un Registro degli Osteopati?

Uno degli ultimi traguardi raggiunti dagli osteopati italiani è quello di essere stati identificati, sotto il profilo professionale, come professionisti sanitari. Un risultato ottenuto a novembre 2020 quando la Conferenza Stato-Regioni ha siglato l’accordo dell’istituzione. Il 31 gennaio è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana la legge 3/2018, all’interno della quale si “individuano le professioni sanitarie dell’osteopata e del chiropratico”.

Qui trovi nel dettaglio informazioni riguardanti il Registro degli Osteopati Italiani.

Non hai trovato la domanda che cercavi?

Se non hai trovato una domanda che cercavi o hai un dubbio specifico compila il form di contatto qui sotto, ti risponderò al più presto.

Raccontami la tua esigenza, contattami

Compila i campi qui sotto e raccontami la tua esigenza. Ti risponderò al più presto.

    Per appuntamenti puoi contattarmi direttamente nei seguenti modi:

    • Email: info@stefanopasotti.it

    • Telefono: 02/84969939 dal lunedì al venerdì 9:00 – 18:00

    • Whatsapp, cliccando al bottone qui sotto

    Mi puoi trovare qui:

    • Milano | Via San Siro 7, angolo Via Sanzio

    • Pavia | Via Giacomo Franchi 6

    • Torricella Verzate | Piazzale Oltrepò 25/A presso REMISEenFORME