“Nessun altra professione è altrettanto ben preparata di quella osteopatica per insegnare questi principi che riuniscono in sé l’arte e la scienza di una vita sana.” – Irvin M. Korr, Ph.D.

La salute è un mosaico complesso, tessuto dalle molteplici sfaccettature della nostra esistenza. In un mondo dove siamo costantemente bombardati da informazioni su come evitare le malattie, è giunto il momento di cambiare prospettiva e di focalizzarci sul potenziare la nostra salute. Ma cosa significa veramente essere in salute? E come possiamo, attraverso la filosofia osteopatica, navigare in questo mare complesso verso il benessere?

Salute Secondo l’OMS e The Lancet

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la salute come un “stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non semplicemente l’assenza di malattia o infermità.” Questa visione è solo in parte condivisa dall’articolo “What is health?” di The Lancet, che pone l’accento sull’abilità di adattamento e sulla capacità dell’individuo di gestire autonomamente le proprie necessità sanitarie.

La salute, secondo il filosofo Georges Canguilhem, non è semplicemente l’assenza di malattia, ma una capacità dinamica di adattamento dell’individuo all’ambiente, incorporando gli aspetti fisici, mentali e sociali della vita. Questo concetto di salute pone l’individuo al centro della propria cura, attribuendogli l’autorità di definire le proprie necessità sanitarie, come affermato nell’articolo su The Lancet​​.

In parallelo, la visione osteopatica del concetto di salute, espressa dal suo fondatore A.T. Still, sottolinea l’importanza di scoprire la salute piuttosto che di concentrarsi esclusivamente sulla malattia.

L’Approccio Osteopatico alla Salute

La filosofia osteopatica si allinea a queste definizioni, enfatizzando la capacità di dialogo con la salute, e vedendo il trattamento osteopatico non solo come una scienza ma anche come un’arte. Come osteopati, non ci occupiamo di malattie, ma disponiamo di strumenti per potenziare la salute delle persone infatti  “l’osteopata dialoga con la salute, sempre e comunque”​​. Still, il fondatore dell’ osteopatia, affermava che “il compito del medico è trovare la salute; chiunque può trovare la malattia”. Questo approccio promuove la visione del corpo come un’unità integrata, dove la buona salute è il risultato di un equilibrio armonico tra le sue varie parti e funzioni, e dove il ruolo del medico osteopata è quello di supportare i meccanismi di auto-guarigione intrinseci del corpo.

 Il Sistema Muscolo-Scheletrico la postura e la Salute

Il sistema muscolo-scheletrico è il mezzo attraverso il quale esprimiamo la nostra individualità e umanità. La sua salute è fondamentale e spesso trascurata nella medicina tradizionale che enfatizza la supremazia degli organi viscerali. Ma ogni movimento, ogni azione, ogni emozione passa attraverso questo sistema, che in sinergia con il sistema neurologico, ci rende unici ed irripetibili​​. L’apparato muscolo-scheletrico è l’elemento centrale della nostra salute, andrebbe recuperata la consapevolezza che è proprio lui il beneficiario e garante finale di un perfetto funzionamento metabolico dell’orchestra dei nostri organi interni. In fine La postura è collegata alla psicologia, influenzando processi emotivi e cognitivi. Una postura corretta può migliorare la capacità di memoria, decision making e metacognizione, dimostrando il profondo legame tra il linguaggio del corpo e la mente sostenendo di fatto la propria autostima e concorrendo il perfetto fluire dei liquidi corporei garandendo la miglior trasmissione di neurotrasmettitiri chimici veri e propri artecifi della percezione di benessere e vitalità.

La Conoscenza Come Strumento di Libertà dalle Malattie

Nel corso della mia carriera, ho intrapreso un cammino di esplorazione e applicazione pratica delle più innovative tecniche e filosofie legate al benessere. La mia missione è quella di trasformare ogni teoria sulla salute in strategie tangibili, che i miei pazienti possano facilmente integrare nella loro vita quotidiana. Questo processo è brillantemente e un po’ provocatoriamente illustrato nell’articolo “Dottore quanta salute ho?“, che riflette il percorso condiviso di scoperta verso una vita più sana e appagante. Oggi, con un approccio che amalgama counseling, coaching e biohacking, sono in grado di veicolare queste strategie in modo efficace, personalizzando il percorso per ogni individuo con l’obiettivo di massimizzare il loro potenziale di salute e benessere.

Scegliere la Salute in un Mondo di Malattie

Il viaggio verso la salute è personale e unico per ognuno di noi. Come osteopata, il mio ruolo è quello di guidare i miei pazienti attraverso scelte consapevoli che possono influenzare positivamente la loro salute, condividendo conoscenze e offrendo strumenti per vivere in buona salute più a lungo​​. Lo faccio da 15 anni ma oggi la sfida e il mio scopo nobile è quello di andare oltre offrendo una visione più ampia di salute, creando cultura e conoscenza attraverso un uso saggio della tecnologia che quando correttamente applicata è straordinaria per come ci aiuta a comprendere le cose, questo aspetto è concentrato nel progetto che ho realizzato durante la pandemia che ho chiamato Misuriamo la Salute che finalmente oggi inizia ad essere compreso e divulgato anche in azienda.

Il Potenziamento della Salute nell’Era dell’Informazione

In un’era in cui l’accesso alle informazioni è illimitato, la vera sfida è sapere come utilizzarle a favore della nostra salute. Come osteopata, mi impegno a condividere la mia esperienza e le mie conoscenze per aiutare ciascuno a costruire il proprio percorso verso il benessere, sottolineando che la salute non è l’assenza di malattia, ma la capacità di superarla e ritornare a uno stato di equilibrio e armonia.

Invito il lettore a considerare: se il medico tradizionale si focalizza sulla patologia, e meno male che oggi lo si sa fare sempre meglio aggiungo io,  non è forse il momento di rivolgersi a figure professionali che coltivano la salute, come gli osteopati, per navigare in questo viaggio verso il benessere per tenersi sempre più lontani dalla malattia?

 

O si cura la propria salute o si curano le proprie malattie