L’osteopatia, una pratica terapeutica olistica, gioca un ruolo fondamentale nel supporto alla salute delle mamme e dei neonati. Esploriamo come l’osteopatia possa influenzare positivamente sia la gravidanza che il periodo post-partum, oltre a fornire benefici specifici a tutti i bambini e ancor di più ai nati prematuri.

1. Supporto Durante la Gravidanza:

L’osteopatia aiuta a gestire il disagio legato all’aumento di peso e ai cambiamenti posturali, facilitando la gestione del dolore lombare e pelvico. La terapia manuale osteopatica può essere particolarmente utile in tutte le fasi, nel primo trimestre ad esempio anche se i volumi non cambiano molto a soffrire spesso è la cervicale e la gestione di nausea e scialorrea,  nel secondo e terzo trimestre, invece quando i cambiamenti fisici diventano più evidenti e difficili da gestire, diventa molto utile predisporre una buona mobilità della colonna e dei visceri permettendo all’utero di espandersi in modo corretto e alla colonna di fare il giusto spazio.

2. Alleviare le Tensioni Post-Partum:

Dopo il parto, molte donne sperimentano tensioni muscolari e articolari. L’osteopatia può offrire un sollievo significativo, permettendo alle mamme di adattarsi meglio alla vita con il nuovo arrivato. E’ davvero un momento delicato, tutte le attenzioni sono sul bambino e la mamma stessa talvolta è sopraffatta dalla gioia, dalla fatica e da un turbinio di emozioni.

Non se ne parla molto ma se il parto è stato impegnativo spesso ci sono tensioni, piccole o grandi lacerazioni pelviche.

Con un eventuale parto cesareo c’è anche una cicatrice che ha bisogno di essere trattata. Il sostegno dell’osteopata dopo il parto  si fa quasi magico perché pochi approcci lavorano sia sul piano fisico strutturale e su quello neorovegetativo.

La struttura del bacino ad esempio ha subito modificazioni importanti ma allo stesso modo il sistema nervoso deve gestire grandi cambiamenti. La mamma in questa fase ha grande necessità di supporto.

3. Miglioramento della Salute Neonatale:

Attraverso tecniche dolci e non invasive, l’osteopatia può affrontare e risolvere problemi comuni nei neonati come piccole coliche e disturbi del sonno. Questi trattamenti possono essere particolarmente utili nei primi mesi di vita.

Quando i neonati stanno ancora adattandosi al mondo esterno è essenziale mettere a disposizione la conoscenza delle tappe neuromotorie che il bambino nei primi mesi deve raggiungere, fare squadra è la parola d’ordine e integrare il lavoro della pediatra fornendo alla mamma e al papà tutte le informazioni.

L’osteopata esperto può insegnare come prendere e manipolare il neonato, come favorire le primissime fasi dello sviluppo ad esempio facilitare il rotolo e lo striscio che predispongono al gattonamento. Non lo dirò mai abbastanza il primo anno di vita del bambino è l’unico momento in cui dobbiamo sapere che ad ogni mese corrisponde un traguardo e queste tappe non possono essere saltate!

4. Gestione del Dolore per la Mamma:

L’osteopatia è efficace nel gestire il dolore post-gravidanza, inclusi mal di schiena e problemi legati alla postura. È particolarmente utile per le mamme che hanno subito un parto cesareo, aiutandole a recuperare più rapidamente. Non sempre per fortuna il dolore post parto è presente ma spesso c’è tanta stanchezza che qualche trattamento può sensibilmente ridurre.

La stanchezza non andrebbe mai trascurata, il riposo in questo periodo è difficile, il bambino è totalizzante per questo è bene organizzarsi e offrire alla mamma supporto vicinanza e aiuto. Il trattamento è uno di questi aiuti importanti.

5. Equilibrio Emotivo e Fisico:

I trattamenti osteopatici possono aiutare le mamme a mantenere un equilibrio emotivo e fisico durante il periodo post-partum, un periodo spesso segnato da sfide emotive e fisiche. Come l’osteopata può aiutare? Il trattamento craniosacrale è elettivo in questi casi perché genera un sostegno al benessere generare attraverso un tocco molto leggero e piacevole.

6. Prevenzione delle Complicazioni:

L’osteopatia può prevenire o ridurre il rischio di complicazioni sia durante che nel post-partum come ad esempio la diastasi addominale o la compressione della testa del bimbo. Questo aspetto è prezioso poiché ridurre eventuali complicazioni che possono avere un impatto a lungo termine sulla salute fisica della madre e del nascituro e un’ottima cosa.  Accompagnare la mamma in gravidanza statisticamente agevola il parto, strutture come anca bacino, coccige e osso sacro se mantenute libere sono a tutti gli effetti ottimi presupposti per facilitare l’espulsione del bambino favorendo un parto fisiologico.

7. Supporto alla Lattazione:

La pratica osteopatica può facilitare il processo di lattazione riducendo eventuali tensioni del bimbo. Questo aiuto può essere essenziale per garantire che mamma e bimbo siano a proprio agio durante l’allattamento. In questo particolare passaggio l’attenzione va al trattamento del bambino che nella cerniera cervicale e nel rapporto collo cranio e mandibola esprime la possibilità di una più o meno agevole suzione. Il trauma da parto genera sempre compressione in queste regioni che sono le prime che un osteopata controlla quando valuta un bimbo appena nato.

8. Recupero Post-Natale più Rapido:

Con l’assistenza osteopatica, le mamme possono sperare in un recupero post-natale più rapido, permettendo loro di riprendere le attività quotidiane e dedicarsi pienamente alla cura del neonato con maggior serenità. Aiutare la mamma a sentirsi bene e in buona efficienza fisica supporta anche la condizione psicologica.

9. Benefici a Lungo Termine per la Mamma e il Neonato:

I benefici dell’osteopatia vanno oltre il periodo post-partum. Sia le mamme che i neonati possono sperimentare miglioramenti a lungo termine nella salute e nel benessere generale. Questo aspetto non è propriamente collegato al periodo in oggetto ma piuttosto una peculiarità dell’efficacia del trattamento osteopatico infatti se dovessimo fare un’estrema sintesi del beneficio che la cura dell’osteopata genera potremmo sintetizzarla nell’affermazione seguente:

Ogni trattamento facilità il risparmio energetico riducendo ogni tipologia di eccesso tensivo favorendo la riduzione di usura articolare un bilanciamento muscolare e un riequilibrio del sistema nervoso autonomo ottimizzando di fatto ogni funzione corporea dove vi esercita controllo attraverso il sistema orto e parasimpatico.

10. Benefici Specifici per i Nati Prematuri:

Per i nati prematuri, l’osteopatia offre un supporto cruciale. Può aiutare nella respirazione, nella riduzione dello stress e nello sviluppo muscolare e scheletrico, aspetti fondamentali per il loro sviluppo iniziale.

Con riferimento alla prematurità abbiamo le più belle conferma dei benefici che l’osteopatia può offrire ai bambini. Sono infatti preseti in letteratura davvero numerose evidenze.

Ho personalmente potuto formarmi con docenti che sono stati autori di queste pubblicazioni, a loro devo molto della mia competenza che ogni giorno metto a disposizione dei tanti bambini che ho il piacere e l’onore di visitare.

Brevi Consigli Pratici e suggerimenti

  • Per le Mamme: Integrare la routine quotidiana con esercizi leggeri e tecniche di rilassamento. Tornare in forma per la mamma è una priorità che va tuttavia percorsa e proposta con tanta sensibilità suggerendo un percorso su misura, condiviso e dai tempi flessibili. Il solo dedicare 5 minuti al giorno all’ascolto del proprio respiro è una pratica eccellente per vederne subito i benefici.
  • Per i Neonati: Abbinare regolari massaggi delicati ai trattamenti osteopatici. Facilitare il movimento adeguato per ogni fase dello sviluppo, ogni mese il bimbo ha differenti esigenze tra queste le prime 6/8 settimane sono dominate dai movimenti prevalentemente riflessi.  In queste prime settimane è bene sapere che il bambino non ha ancora la forza adeguata per contrastare la forza di gravità dunque va molto ben sorretto a differenza delle settimane successive nelle quali con le dovute accortezze va facilitata la gestione del controllo del capo e facilitata la fase di rotolo.
  • Per i Nati Prematuri: Stabilire un programma di trattamenti osteopatici personalizzati, adattato alle loro esigenze specifiche avendo particolare attenzione alla gestione degli stimoli luminosi e rumorosi, prestando attenzione a ristabilire al meglio il ritmo sonno veglia e luce buio, spesso infatti a causa della prematurità la permanenza ospedaliera costringe a continui stimoli eccitatori.

L’osteopatia rappresenta un’opzione terapeutica integrativa e benefica, che supporta la salute e il benessere di mamme e neonati in un momento così cruciale della vita.

Tuttavia non dovremmo dimenticare che se pur questa disciplina ha così tanti benefici nulla sostituisce la cura dell’amore essenza ideale a sostegno di questo straordinario momento della vita.